Il nostro sito Web utilizza i cookie. Utilizzando il nostro sito e accettando le condizioni della presente informativa, si acconsente all'utilizzo dei cookie in conformità ai termini e alle condizioni dell’informativa stessa.

21 giugno 2017: Violeta Bulc, Commissaria europea dei Trasporti, a Cagliari all'evento collaterale al G7 Trasporti organizzato da Conftrasporto-Fedarlinea e Tirrenia.

Giovedì, 22 Giugno 2017

21 giugno 2017: Violeta Bulc, Commissaria europea dei Trasporti, a Cagliari all'evento collaterale al G7 Trasporti organizzato da Conftrasporto-Fedarlinea e Tirrenia sulla nave Janas assieme all'ad di Moby Achille Onorato, all'ad di Tirrenia, Massimo Mura,  al presidente Pietro Manunta e al presidente di Conftrasporto Paolo Ugge'.

La Commissaria Europea dei Trasporti ha sottolineato che è giunto il momento di prestare attenzione anche alle tratte brevi che uniscono le autostrade del mare, pensare a come utilizzarle per connettere le isole, soffermandosi sulla questione dell’insularità, proponendo di concepire le isole come smart cities, sulle quali l'Europa sta investendo tanto. Una strada percorribile, fermo restando, ha spiegato la commissaria, che parlando di mobilità nelle isole devono ricorrere alcuni elementi. E cioè: “il progresso tecnologico per superare le criticità dell'inquinamento, la sicurezza su cui l'Europa ha investito molto, migliorando l'attrezzatura tecnologica nelle Guardie costiere e la competitività tra porti”.

La commissaria Violeta Bulc, ha prestato particolare interesse alle nuove leve del trasporto: una rappresentanza a bordo della Janas degli studenti che quest’anno sono sati coinvolti (più di mille) nel progetto ForMare.

Si tratta dell’iniziativa giunta alla quinta edizione che vede promotori Moby e Tirrenia in collaborazione con il MIUR e l’USR della Sardegna. All’interno delle navi Moby e Tirrenia, anche quest’anno i giovani si sono cimentati in un vero e proprio stage a bordo per apprendere la professione del mare, guardando il lavoro dei marittimi all’opera e imparando in questo modo il loro mestiere in tutte le sue sfaccettature: dalla reception al ponte di comando, passando per la sala macchine. 

La Commissaria si è rivolta agli studenti, sollecitandoli a raccogliere il testimone e a premere sull’acceleratore verso un rinnovamento dei trasporti, con particolare riferimento a quelli legati ai porti, in termini di nuove tecnologie. “Sono le tecnologie che permettono di sviluppare i trasporti in senso intermodale”, auspicando anche una rapida digitalizzazione dei porti, a partire dai servizi. 

Per Achille Onorato, ad di Moby, è  necessaria una maggior uniformità del cluster del mare europeo, in particolar modo verso il cabotaggio.

Il presidente di Conftrasporto e vice presidente di Confcommercio dott. Paolo Uggè ha sottolineato l’esigenza di una maggior tutela delle imprese italiane in ambito UE, auspicando in un futuro immediato dei trasporti intermodale, sostenibile e armonizzato per non essere tagliati fuori dai grandi traffici globali.